1G 2G 3aG 4G 5bG 6G 7G 8G

Orario S. Messe Aosta


Estate 2018

Festivi e domeniche (pdf)

Feriali (pdf)

La Parrocchia

La parrocchia di Maria SS. Immacolata venne eretta nel 1949 per far fronte alle esigenze umane e spirituali degli abitanti di un nuovo settore della città, il Quartiere Cogne, edificato negli anni precedenti per accogliere i lavoratori del più importante stabilimento siderurgico della Valle d'Aosta.

La "Società Nazionale Cogne", che alla fine della seconda guerra mondiale contava alcune migliaia di dipendenti, era stata fondata nel 1916 per lo sfruttamento delle miniere della valle di Cogne. In pochi decenni la sua presenza modificò radicalmente il volto della città, inducendo una massiccia immigrazione, soprattutto dalle regioni venete nel primo dopo­guerra e da quelle meridionali nel secondo dopoguerra. L'aumento demografico che Aosta conobbe in quel periodo in maniera pressoché inarrestabile ebbe, sulla vita della città e dell'intera regione, conseguenze non trascurabili dal punto di vista urbanistico, oltre che economico e culturale.

Alla richiesta abitativa si diede una risposta fin dal 1922, costruendo le prime case del futuro quartiere in una zona periferica, appartenente alla parrocchia di Santo Stefano, ma poco abitata, in cui si estendevano quasi esclusivamente prati e campi. Per provvedere all'assistenza spiri­tuale di questa nuova popolazione urbana fu dapprima incaricato un sacerdote salesiano; poi, sino al 1931, due sacerdoti diocesani, con sede nella chiesa di Santa Croce, situata nel territorio della parrocchia della Cattedrale.

I rapidissimi mutamenti richiedevano peraltro una più soddisfacente risposta alle esigenze di fede di tante famiglie: così, nel 1931, il territorio del Quartiere Cogne veniva smembrato da quello della parrocchia di Santo Stefano e nel 1939 il vescovo mons. Imberti lo affidava ai Padri Oblati di Maria Immacolata. Infine, con la progres­siva crescita del quartiere, a seguito dell'espansione dell'azienda, il 22 agosto 1949, con decreto del vescovo Maturino Blanchet, l'area compresa tra la Rive de la Ville e il viale Conte Crotti fu ufficialmente costituita in parrocchia autonoma e affidata alla congregazione degli Oblati.